fotoreflex

From $1

Table of contents
No headers
Home/LAUROS banner.jpg Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Nell'odierno quartiere popolare di Torpignattara a Roma est, sulla via Casilina, l'antica via Labicana, sorge il complesso archeologico AD DUAS LAUROS, possedimento della Roma Imperiale del III Secolo DC.
L'area è per gli archeologi, gli storici e gli studiosi delle tradizioni paleo cristiane di un interesse straordinario, al punto da essere la testimonianza di un passaggio epocale, dalle persecuzioni anti cristiane al riconoscimento del cristianesimo, religione ufficiale dell'Impero Romano.
Il più visibile resto è il possente Mausoleo di S. Elena, visibile e quasi incombente da varie angolazioni del territorio, in origine a forma cilindrica, con copertura a cupola, oggi ridotto dai crolli e dal tempo a un immane muro a semicerchio, circondato da una base anch'essa semicircolare, di diametro più grande, in origine era alto più di 25m.
Fu eretto dall'Imperatore Costantino intorno al 324 DC, e in seguito usato dallo stesso come tomba di sua madre Elena.

Home/mauso century.jpg
Il Mausoleo di S.Elena, a sinistra come era nel  III Secolo DC a destra il suo aspetto oggi

Adiacente al mausoleo c'è l'ingresso alle Catacombe di SS Marcellino e Pietro, le terze per estensione a Roma, che per le centinaia di pitture murali, sono un'incomparabile pinacoteca dell'arte cristiana del III e IV secolo DC.
Nelle vicinanze ci sono poco visibili resti residenziali, che non rendono l'idea delle decine di migliaia di residenti già a quell'epoca e della Necropoli degli Equites Singulares, la Guardia Imperiale a cavallo, decimata da Costantino, dopo la battaglia di Saxa Rubra. La Guardia Imperiale appoggiò nella cruenta battaglia, il rivale dell'Imperatore Massenzio, pagando la sconfitta con lo sterminio e la dissoluzione del Corpo. Adiacente al Mausoleo, e oggi poco visibili, ci sono anche i resti della Basilica circiforme paleocristiana.
Un'area con tali testimonianze archeologiche, storiche, paleo cristiane, ha attraversato i secoli, per arrivare ai nostri giorni con la recente ristrutturazione del Mausoleo, la conversione della cappella sconsacrata, inserita nel Mausoleo, in museo.
Ma l'oblio lungo 1700 anni di AD DVAS LAVROS continua, si perpetua fra inerzia delle aministrazioni locali, carente senso civico dei residenti, latitanza di Soprintendenza e Pontificia Commissione Archeologia Sacra. Gli splendori di AD DUAS LAUROS, restano muta denuncia dell'aforisma: chi non ha coscienza del proprio passato, non ha futuro
Questo contributo, corredato da splendide immagini, introduce ad antichi splendori e colpevoli dimenticanze su AD DVAS LAVROS, nell'attuale Torpignattara immemore di sè e senza prospettive socio-economiche... Storia di un oblio lungo 1700 anni

Home/MAUSO.gif
Un particolare da un'illustrazione del Piranesi, la vista in pianta del Mausoleo di S. Elena

I video dal servizio a Super Quark su Ad Dvas Lavros

A Super Quark nel 2007 c'è stato un servizio, in cui Alberto Angela ha esplorato la Caracombe di S. Marcellino e Pietro. Abbiamo raccolto le immagini salienti di quel viaggio nelle viscere di Roma e della sua Storia, facendone un video che vi proponiamo.
L'immagine sotto dell'uomo che prega è tratta da una delle pitture murali in queste catacombe, cliccate sul link sotto per vedere il video.

Cliccate qui per il video su Google delle Catacombe S. Marcellino e Pietro

/video cata.jpg

Cliccate qui per il video RAI a Quark di S. Marcellino e Pietro

/quark marpie.jpg

Home/banner adduastwin.jpg

PRO LOCO VI MUNICIPIO a cura del Dott. Maurizio Fedele - Valorizzazione del Polo Museale del VI Municipio

Al III miglio dell'antica via Labicana - l'odierna via Casilina - nel vasto latifondo imperiale AD DVAS LAVROS oggi territorio del VI Municipio, svettano imponenti i resti del monumentale Mausoleo di Flavia Iulia Helena Augusta, madre dell'Imperatore Costantino - tomba monumentale del III sec. d.C. - detta torre delle pignatte o Torpignattara. In epoca medievale passò al Capitolo di San Giovanni compreso nella tenuta di Centocelle o di Tor San Giovanni. Accanto al Mausoleo un tempo vi era la Basilica circiforme (Basilica Paleocristiana) dei Santi Marcellino e Pietro, di cui oggi rimangono soltanto alcuni resti appena visibili.
Al di sotto del sito si sviluppano le Catacombe dei Santi Marcellino e Pietro, terze per estensione fra le 35 di Roma, caratterizzate da centinaia di pitture murali che le rendono una vera pinacoteca della pittura del IV secolo d.C. . Oltre ai citati resti di età tardo-antica, nello stesso territorio ancor prima vi erano sepolcreti, colombari e strutture varie facenti parte di vari aggregati residenziali, nonchè la necropoli degli Equites Singulares - la Guardia Imperiale a cavallo, soppressa da Costantino per l'appoggio che questa diede al suo avversario Massenzio nella battaglia di Saxa Rubra. Rilevanti anche altri Mausolei come quello di Villa Gordiani e Colombari come quello di Largo Preneste.
Programmi culturali e turistici
Un primo esempio di fruizione didattica qualificata che qui proporremo è quella in atto presso la scuola media dell'Istituto Cavanis di Roma dall'anno scolastico 2002-2003 e tuttora in itinere.
Con l'impegno congiunto della Soprintendenza Archeologica di Roma e del VI Municipio, è in atto un programma di riqualificazione del territorio di Villa De Sanctis e degli altri parchi del Municipio Roma 6, Villa Gordiani e Parco di Centocelle, affinché queste significative porzioni di territorio dell'antico Suburbio ad Est di Roma rimangano intatte e vengano valorizzate.
Organico a questo progetto il restauro e la  musealizzazione, tuttora in corso, del Mausoleo che sarà fulcro storico-monumentale del Parco Labicano-Villa De Sanctis e di un futuro circuito di turismo culturale nel VI Municipio di Roma.
Delle Catacombe il Sommo Pontefice Giovanni Paolo II ebbe a proclamare:
Si stanno espletando le procedure per aprire una sesta catacomba, quella dei santi Pietro e Marcellino sulla Via Casilina. La vostra attenzione si indirizza opportunamente alla valorizzazione pastorale di questi insigni monumenti dell'antichità cristiana. A tal fine si stanno approntando, in maniera adeguata, le guide dei pellegrini. Le visite, infatti, corredate da appropriate spiegazioni, puntuali ed aggiornate sul piano didattico, scientifico e spirituale, diventano anche un efficacissimo momento di catechesi, capace di suscitare profonda riflessione sul messaggio evangelico”.
Se questo messaggio di fede e la testimonianza culturale di AD DVAS LAVROS interessa anche te, e vuoi approfondire, vai al link seguente



Retrieved from "http://fotoreflex.wik.is/"

Tags:
none
 
Images (6)
Viewing 1 - 6 of 6 images | View All
No description
quark_mar...  Actions
No description
video_cat...  Actions
No description
LAUROS_ba...  Actions
No description
banner_ad...  Actions
No description
mauso_cen...  Actions
Un'antica stampa del Mausoleo di Sant'Elena
Un'antica stampa del Mausoleo di Sant'Elena
MAUSO.gif  Actions
Comments (0)
You must login to post a comment.

 
Powered by Wik.is wik
 
 
 


Wik portal where you can upload your ideas and interests and educational mind set for a free website account please apply here